24 marzo 2017
Aggiornato 05:00
Musica

Bouchra, l'italo-marocchina che sfonda sul Web col brano «Yallah»

La cantante: «Entro l'estate il terzo singolo, sarà in italiano». La fusione di lingue diverse per un messaggio di pace.

ITALIA - Nome Bouchra, età 22 anni. Nazionalità: marocchina. Livornese di adozione. Sorridente, dolcissima e bella, deciso accento toscano, è la giovanissima cantante nata a Tiznit in Marocco, ma arrivata in Italia a tre anni.
«Sono venuta in Italia a tre anni, ho sempre vissuto qua. In Marocco sono tornata tutte le estati, ho avuto modo di continuare a vedere tutti i miei parenti. Ma scuola, amici e relazioni, me li sono creati tutti qua in Italia. A 15 anni ho scoperto Youtube e ho pensato di caricarci del materiale mio. Ho caricato la mia prima cover, è andata benissimo. E ho deciso di continuare a cantare».

YALLAH, "andiamo".
Dopo il successo di «Blanc ou Noir» è arrivato «Yallah", il secondo pezzo di Bouchra.
«Il fatto che mischi delle lingue, il francese, l'arabo, l'inglese e in futuro l'italiano, è un modo mio per far capire a chi mi segue che si può stare tutti insieme, che ci può essere pace tra le varie etnie. È un messaggio a cui tengo tantissimo. Il mio messaggio è rivolto ai giovani; Yalla significa andiamo ed è la mia lettera ai miei fan. Significa proprio che adesso inizia il nostro percorso insieme».

In lavorazione il terzo singolo.
In lavorazione il terzo singolo, e tante novità: «Sì, sarà un brano in italiano anche perché ci tengo molto. Sarà una sorpresa, uscirà prima del periodo estivo. Stiamo progettando i primi live, all'uscita del terzo singolo riusciremo a concretizzare tutto in modo più netto. Quest'estate mi aspetto di non stare ferma un attimo e di lavorare. Questa è una cosa che mi rende felice perché è la mia vacanza».