29 aprile 2017
Aggiornato 07:00
Sport

Laureus Sport Awards 2017: i vincitori dei premi

Usain Bolt miglior atleta dell'anno per la quarta volta. Premiata anche Bebe Vio, reginetta in rosso.

MONTECARLO - Standing ovation per Bebe Vio. L'azzurra è stata premiata come migliore atleta con disabilità dell'anno ai Laureus Awards, i cosiddetti premi Oscar dello Sport. Alla cerimonia di premiazione a Montecarlo la campionessa di scherma su sedia a rotelle è salita sul palco con un bell'abito rosso firmato Valentino per ricevere il premio dalle mani di Alessandro Del Piero, che l'ha stretta in un lungo abbraccio. Bebe Vio è la terza italiana a incassare il premio dell'Academy Laureus, dopo Alex Zanardi e Valentino Rossi.

Miglior atleta: Usain Bolt.
E se lei è stata la regina della serata di gala monegasca, il re è ancora una volta lui, Usain Bolt. Per la quarta volta in carriera, l'asso giamaicano è stato premiato come atleta dell'anno nella 18esima edizione dei Laureus World Sports Awards. Tra i vincitori anche il Leicester di Claudio Ranieri e Nico Rosberg.

Il premio "Ritorno dell'anno" a Phelps.
L'atleta più titolato di sempre ai Giochi Olimpici Michael Phelps si è aggiudicato il premio «Come back of the Year» (Ritorno dell'anno) per essere tornato alle gare dopo il ritiro ed essere riuscito a vincere altri 5 ori olimpici, portando il suo bottino a 23 medaglie d oro. Il premio non poteva non essere suo.

"Sportwoman of the year", Simone Biles.
In campo femminile, il premio come migliore atleta dell'anno è andato alla star statunitense della ginnastica Simone Biles, vincitrice di cinque medaglie a Rio di cui quattro d'oro.