28 aprile 2017
Aggiornato 10:00
Social network

Il futuro dei social è virtuale. Facebook lancia Spaces e Camera effects

Sono le novità principali annunciate martedì nel keynote inaugurale della conferenza per gli sviluppatori F8 di Facebook, che quest'anno per la prima volta dal 2007 si tiene a San José e non a San Francisco.

SAN JOSÈ - Una piattaforma per la realtà aumentata e un social network virtuale. Sono queste le due grandi novità presentate da Mark Zuckerberg a San Josè, in California, davanti a migliaia di sviluppatori arrivati da tutto il mondo per l'annuale conferenza in cui viene svelato il futuro del social network.

Futuro che passa dalla fotocamera di un cellulare, «la prima piattaforma mainstream per la realtà aumentata», ha detto Zuckerberg, presentando «Camera effects platform», lo strumento che permetterà di arricchire la realtà con oggetti digitali, cornici, filtri, strumento che tanto successo ha avuto con giochi come «Pokemon go». Per ora è stata rilasciata una versione beta per gli sviluppatori, ma a breve sarà disponibile per tutti gli utenti. I video sono sempre più al centro del social.

Dalla realtà aumentata si passa a quella virtuale con «Facebook Spaces», un app per Oculus, (il visore per la realtà virtuale), che permette di incontrare i propri contatti in un ambiente interattivo e tridimensionale. Una sorta di Second life avanzato, in cui ognuno avrà il suo avatar e potrà usare i video a 360 gradi come sfondo.

Le polemiche per la tragedia di Cleveland, con l'omicidio di un uomo pubblicato su Facebook e i video dell'assassino rimossi dopo molte ore, sono state liquidate da Zuckerberg in apertura, che ha espresso la sua vicinanza alla famiglia della vittima e ha detto: «Faremo tutto quello che possiamo per prevenire tragedie come queste». In questo caso, nessuna novità concreta.