26 maggio 2017
Aggiornato 18:30
Benessere e alimentazione

Spermidina, l’elisir di lunga vita che protegge anche il cuore si trova solo in certi cibi

La spermidina, che fa parte delle cosiddette ‘Ammine della Vita’, è ritenuta un elisir di lunga vita che, in più protegge il cuore. È una sostanza naturale contenuta in alcuni cibi: ecco quali

Longevità, l'elisir di lunga vita è la spermidina (© PHOTOCREO Michal Bednarek | shutterstock.com)

ROMA – Che la dieta sia fondamentale per il mantenimento della buona salute è ormai assodato. Ma a quanto pare, prediligere certi cibi può essere ancora più benefico, rallentando il processo d’invecchiamento e proteggendo dalle malattie cardiovascolari. Il merito sarebbe della spermidina, una sostanza che fa parte delle cosiddette ‘Ammine della Vita’.

La spermidina di lunga vita
Gli scienziati da tempo ormai ritengono che le ammine (o poliammine biogene) abbiano un ruolo di primo piano nel controllare i meccanismi di crescita e maturazione delle cellule del corpo. Una riduzione di questo controllo da parte delle ammine come la spermidina è altresì correlata all’invecchiamento, precoce o meno. La spermidina si trova naturalmente nel latte materno e, come suggerisce il suo nome, nello sperma maschile. Ma, come si può allora beneficiare di questa sostanza in altri modi? Semplice, assumendola attraverso alcuni cibi.

I cibi allungavita
La spermidina è altresì contenuta nei legumi, nei cereali integrali e nei formaggi integrali. Per cui, vista anche la difficoltà nello stabilizzare questa sostanza in forma attiva in possibili integratori, non resta che rivolgersi ai cibi che la contengono. La spermidina, è ritenuta efficace anche nel trattamento della caduta dei capelli e contro la malattia di Alzheimer e di Parkinson. Un precedente studio, condotto dall’Università di Oxford, ha suggerito che la spermidina può svolgere un’azione positiva sul sistema immunitario, stimolando anche l’attività dei linfociti T.

Lo studio
Il nuovo studio è stato condotto dai ricercatori della Equipe 11 Labellisée Ligue Contre le Cancer di Parigi insieme a colleghi dell’Università di Graz in Austria. Qui, il dottor Guido Kroemer e colleghi hanno svolto una ricerca sia su modello animale che sull’uomo: per la precisione, 800 persone residenti a Brunico, dove un maggiore consumo di cibi ricchi di spermidina è stato associato a minor rischio cardiovascolare, di insufficienza cardiaca e di pressione alta. I test condotti su topi adulti (dai 45 ai 50 anni, rapportati all’essere umano) hanno rivelato che l’assunzione di spermidina aggiunta all’acqua ha allungato la vita degli animali e migliorato la funzionalità cardiaca. I risultati completi dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Nature Medicine.