30 aprile 2017
Aggiornato 05:00
Beauty

Autunno, i capelli cadono come le foglie. Ecco come fermare la caduta e rinforzare la chioma

In autunno anche i capelli sentono la natura che s’assopisce e tendono a cadere, un po’ come le foglie. Fino a che sono non più di 100 al giorno è normale, ma se sono di più allora c’è qualcosa che non va. Ecco i rimedi, naturali e non, per fermare la caduta e rinforzarli

Caduta capelli, in autunno è normale (© Adam Gregor | Shutterstock.com)

D’autunno la Natura si assopisce. Le giornate si accorciano e tendono al grigio. È un periodo in cui ci si dovrebbe rivolgere all’introspezione, per assecondare i ritmi e le ‘vere’ esigenze della nostra natura. Però la vita frenetica e la società odierna spesso non ce lo permettono. Così ci ritroviamo più stressati che mai e anche i capelli, alla fine, ci rimettono. Ma niente paura, ci sono dei rimedi – anche naturali – che ci vengono in soccorso.

Quanti ne perdo?
I capelli che cadono è un qualcosa di fisiologico, e in genere non c’è da preoccuparsi finché rientra nella normalità. Secondo gli esperti si può considerare ‘normale’ una perdita di capelli non superiore ai 100 al giorno. Le cose cambiano però se la caduta è maggiore, specie di molto ed evidente (per esempio interi ciuffi), poiché è difficile che qualcuno di noi si metta a contare i capelli che cadono. E poi perché anche in base alla tipologia di capelli, la caduta può essere più o meno evidente.

Non spaventarsi
Per prima cosa è bene non farsi prendere dal panico, se notiamo qualche capello di troppo sul cuscino, sulla spazzola o nel piatto della doccia. Se le cose continuano o divengono davvero esagerate, allora forse e il caso di contattare un esperto o dermatologo. In tutti gli altri casi, è sempre meglio prevenire.

Cosa fare e cosa non fare
In caso di caduta un po’ più abbondante del solito, come magari capita appunto in questo periodo, ci sono alcune cose che magari va bene fare, e altre che è invece è meglio non fare. Per esempio, non è una buona idea mettersi a dieta. Gli esperti ricordano che se all’organismo vengono a mancare dei nutrienti, come per esempio le proteine, questo – ahimè – reagisce proprio sottraendoli al cuoio capelluto. E il risultato è scontato. Per cui, specie in questo periodo in cui le temperature scendono, è buona cosa aumentare l’apporto di proteine. Le troviamo sia negli alimenti di origine animale che nei legumi e nella frutta secca come le noci. Se non sono abbastanza, possiamo anche ricorrere a un integratore specifico alimentare per la salute dei capelli. Le vitamine ideali sono quelle del gruppo B, specie la B2, la B4 e la B5.

Il lavaggio
Un punto dolente può essere il lavaggio. È vero, quando si sta per molto tempo al chiuso i capelli si sporcano prima, e divengono anche più unti. Ma, attenzione, un lavaggio troppo ripetuto e aggressivo non solo può peggiorare le cose, ma anche causare proprio la caduta eccessiva. Durante questo periodo è anche bene evitare tinte aggressive, permanenti e via discorrendo. Un rimedio ‘della nonna’ efficace per rinforzare i capelli è lo shampoo neutro con l’aggiunta di alcune gocce di olio essenziale di rosmarino. Meglio ancora se l’acqua è un decotto sempre a base di rosmarino.

Il massaggio
Può sembrare strano, ma il massaggio si può fare anche ai capelli. O, meglio, al cuoio capelluto. Un massaggio delicato che tuttavia riattivi la microcircolazione può essere molto d’aiuto in caso di perdita di capelli. Si può farselo fare da un esperto e poi farsi spiegare come farselo da sé (per esempio eseguendo dei piccoli cerchi con i polpastrelli delle dita). In commercio esistono anche degli appositi apparecchi.