26 maggio 2017
Aggiornato 11:00
Salute e bellezza

Cellulite e cattiva circolazione? Fai il massaggio… sotto la doccia

È una vera e propria ginnastica per i vasi sanguigni. Facile da fare, occorrono pochi minuti al giorno per migliorare la circolazione e avere gambe più leggere

La doccia per riattivare la circolazione (© Valua Vitaly | Shutterstock.com)

Il massaggio sotto la doccia non è niente di erotico – purtroppo?! – ma un vero e proprio momento di benessere. Ha lo scopo di riattivare la circolazione sanguigna e linfatica, eliminando più facilmente edemi, scorie, cellulite. L’azione benefica del getto d’acqua, unita a piccoli accorgimenti, ti aiuterà a sentire le gambe più leggere in poco tempo. Ecco tutti i consigli per gambe belle e in forma.

La ginnastica circolatoria
Non preoccuparti: non devi metterti a saltare la corda dentro la doccia e neppure fare esercizi dentro la vasca. La ginnastica circolatoria prevede l’utilizzo esclusivo di una doccetta con tubo flessibile (meglio se lungo). Apri l’acqua e poni la doccetta a circa 50 centimetri di distanza dalle tue gambe. La temperatura deve essere molto bassa, devi sentire le gambe fredde e vedere che la circolazione reagisce arrossando leggermente la cute. A questo punto usa il getto di acqua calda. L’alternarsi di caldo e freddo sono una sorta di ginnastica naturale per i vasi sanguigni.

Come eseguire il massaggio
Il massaggio va eseguito partendo dai piedi per poi arrivare fino all’inguine, in maniera lente e graduale. Se si ha abbastanza tempo, l’ideale è farlo almeno venti minuti al giorno. O, meglio ancora, 20 minuti al mattino e 20 minuti la sera. In alternativa, si può cominciare dedicando una decina di minuti ogni tanto.

Aggiungi un po’ di sassolini per potenziarne l’effetto
Tutti sanno quanto siano benefiche le passeggiate nelle spiagge sassose. Ma se si abita lontano dal mare, è molto difficoltoso sfruttare tali effetti salutari. C’è però un metodo molto semplice per ovviare al problema: acquista dei sassolini di fiume di media grandezza (non troppo piccoli altrimenti c’è il rischio che intasino il foro di scarico dell’acqua) e disponili sul piatto della doccia. A questo punto esegui un semplice esercizio: piega il ginocchio e portalo a livello dell’addome. Ripeti prima con una gamba e poi con l’altra. Il movimento, unito all’azione dei sassolini che esercitano sulla pianta del piede, miglioreranno il ritorno venoso.

Se preferisci il bagno, aggiungi un po’ di erbe
La doccia proprio non fa per te? Nessun problema. Goditi il relax della vasca da bagno aggiungendo i Sali del Mar Morto, insieme a delle erbe salutari. Sono ottime la centella asiatica, il rusco e il cipresso. Mi raccomando: al termine non devi dimenticare di passare per qualche minuto la doccetta fredda dalle caviglie all’inguine.