26 maggio 2017
Aggiornato 11:00
Gravidanze vip

Ilary Blasi «Un figlio? Se le cose non vanno divide»

A marzo arriverà un altro piccolo Totti di cui Ilary e Francesco non vogliono sapere il sesso. Loro due sono più uniti che mai!

ROMA - A 2 mesi dal parto, Ilary Blasi si racconta in una lunga intervista ad Oggi confessando che per ora, la tv non le manca.

Sarà tutta una sorpresa
L’ex letterina ha svelato di essere al settimo cielo per questo terzo figlio atteso da tutti in famiglia: lei e il capitano della Roma Francesco Totti, non hanno voluto conoscerne il sesso fino al giorno della nascita. «Il nostro terzo figlio nascerà ai primi di marzo, sono al settimo mese. La felicità contagia tutti noi. E non vogliamo sapere il sesso. Sarà una sorpresa, anche per i miei due piccoli. Con Francesco era una cosa che ci dicevamo sempre: avendo già la coppia, Cristian e Chanel, se fosse arrivato il terzo ci saremmo comportati all’antica, quando non c’erano le ecografie».

Un figlio se si è uniti
A differenza delle malelingue, il terzo figlio in arrivo non è un modo di dare nuova vita alla coppia, ma è il coronamento di un amore solido che dura da anni. «Mica mi dirà che il bambino serve a rincollare i cocci?! Se le cose non vanno bene, un figlio divide e non unisce. Devono esserci valori, forza, unione. E noi questo figlio, dopo otto anni dall’ultima, l’abbiamo tanto voluto e cercato. Mica è caduto dal cielo!».

Pausa dalla Tv
Intanto Ilary si prenderà una consistente pausa dal lavoro per dedicarsi alla famiglia e in particolare al nuovo pargoletto in arrivo. Non vedremo Ilary Blasi in tv almeno fino a settembre 2016, ma è possibile che la sua pausa si protragga anche oltre. «Sicuramente per la stagione gennaio-maggio. Poi a settembre si vedrà. Voglio lasciarmi tutte le porte aperte… Ho ben chiaro in testa che questo lavoro può finire da un momento all’altro, quindi uno deve attrezzarsi – Afferma la showgirl e continua - Lo dico sempre: non incentro tutto sulla tv. Mi diverte, è il mio spazio, la mia parte ludica, la mia indipendenza e la mia forza. Ma mi piace anche vivere la vita normale».