24 marzo 2017
Aggiornato 05:00
Presentata la guida Pasticceri e Pasticcerie 2016

E' donna il pasticcere emergente per il Gambero Rosso

Giulia Cerboneschi della pasticceria Dolce Locanda di Verona. Locale novità dell'anno: la Farmacia del Cambio di Torino, «laboratorio» di cose buone affidato alle mani di Fabrizio Galla

ROMA - Da quando l'Italia ha conquistato la medaglia d'oro nella finale della Coppa del mondo di pasticceria lo scorso gennaio a Lione, niente è più come prima. La pasticceria italiana torna a fare testo. Il livello della pasticceria del Bel Paese è fotografato nella quinta edizione di Pasticceri&Pasticcerie del Gambero Rosso, presentata oggi a Roma, la guida nata con l'intento di valorizzare il mestiere del pasticcere. Molte le sorprese. A partire dal locale che quest'anno si aggiudica il premio novità dell'anno: la Farmacia del Cambio di Torino, «laboratorio» di cose buone affidato alle mani di Fabrizio Galla che crea un ponte fra la figura del pasticcere e quella del pastry chef.

Il Pasticcere emergente 2016 è la giovane Giulia Cerboneschi
Non meno significativa l'attenzione sempre più generalizzata alle intolleranze con la creazione di linee specifiche di grande qualità. È per questo che è nato il premio gusto&salute assegnato a Golosi di Salute di Luca Montersino, vero caposcuola del genere, e Marra Pane Pasticceria Pausa e Delizie. Sempre tra i premi speciali, il Pasticcere emergente 2016 è la giovane Giulia Cerboneschi della pasticceria Dolce Locanda di Verona: venticinque anni. Miglior packaging alla pasticceria D&G di Selvazzano Dentro (PD) di Denis Dianin che ha recentemente ampliato la gamma delle offerte con un interessante panettone in vasocottura. Miglior sito web a Pavè di Milano che ha dato vita ad un sito agevole nella fruizione e costantemente aggiornato, con il plus del servizio di e-commerce e spedizioni anche oltre confine.
Il bilancio di quest'anno è di quindici riconoscimenti Tre Torte, tra cui le new entry Cortinovis di Ranica (BG), e Rinaldini di Rimini.