26 maggio 2017
Aggiornato 11:00
L'album registrato con Lou Reed uscirŕ il 31 ottobre

Metallica: «Lulů» č il nostro capolavoro

Kirk Hammett, storico chitarrista: «Lulů č la dimostrazione che i Metallica possono essere ancora davvero spontanei»

SAN FRANCISCO - «Uno sforzo artistico, la migliore cosa in assoluto che abbiamo fatto in tutta la nostra carriera». Usa queste parole Kirk Hammett, storico chitarrista dei Metallica, per descrivere Lulů, il nuovo album, in uscita il prossimo 31 ottobre, che ha visto la collaborazione fra il gruppo simbolo dell'heavy-metal e il cantautore Lou Reed. «Lulů», ispirato alla tragica vita della ballerina protagonista dell'opera dello scrittore tedesco Frank Wedekind's Lulů - Il vaso di Pandora, č stato registrato tra l'aprile e il giugno scorso a San Rafael, in California.

«Lulů č la dimostrazione che i Metallica possono essere ancora davvero spontanei - racconta Kirk Hammett al Revolver Magazine. - Non ci siamo sentiti cosě spontanei per lungo tempo, direi almeno dagli anni '80». Il chitarrista avverte che il nuovo album non dovrŕ essere giudicato secondo i classici canoni dell'heavy-metal: «Ci siamo avventurati in un campo e in un genere che non č il nostro - continua Hammet -. Si č trattato di un sforzo artistico enorme per i Metallica. Lulů č qualcosa che la maggior parte dei nostri fans non si aspetterebbe. Bisogna lasciar perdere gli standard dell'heavy-metal per capirlo veramente».
Nel frattempo il poster promozionale dell'album, che ritrae il tronco di un manichino di donna, č stato rimosso dai vagoni della metropolitana di Londra. Il motivo? Il poster assomigliava troppo a un graffito. E proprio a Londra i Metallica si esibiranno al fianco di Lou Reed il prossimo 8 novembre.