27 marzo 2017
Aggiornato 12:30
Teatro

Al teatro Eliseo arriva «Romeo e Giulietta», regia di Andrea Baracco

In 4 giorni succede l'apocalisse. Il regista «diamo concretezza alle loro emozioni».

ROMA - Andrea Baracco, che firma la regia di «Romeo e Giulietta» di William Shakespeare, in scena dopo il Teatro Romano a Verona e la Pergola a Firenze all'Eliseo di Roma, spiega il lavoro fatto sui protagonisti, alias Lucia Lavia - Giulietta, Antonio Folletto - Romeo e Alessandro Preziosi - Mercuzio.
«Abbiamo cercato di dare concretezza alle loro emozioni - racconta - questi personaggi sono totalmente privi del pensiero delle conseguenze che hanno le azioni che compiono, tanto è vero che questo porta poi alla tragedia».

Romeo, Giulietta e anche Mercuzio.
«Abbiamo lavorato sulla grande fame di vita di questi due personaggi che sono Romeo e Giulietta, ma sicuramente anche Mercuzio. Personaggi molto desiderati che si muovono e che cambiano e quindi abbiamo cercato soprattutto la foga, perché la storia d'amore si svolge in 4 giorni, in 4 giorni succede veramente l'apocalisse", afferma, a margine della prima al teatro di Via Nazionale, dove lo spettacolo sarà in programma fino al 5 marzo.
«Giulietta ha 14 anni e Romeo 16, sono due ragazzi giorvanissimi che vivono con tutti i nervi, tutte le emotività le esperienze che capitano; totalmente scevri, privi del pensiero delle conseguenze che hanno le azioni che si compiono, e il lavoro che abbiamo cercato di fare con gli attori è proprio quello di dare concretezza a queste emozioni».