27 marzo 2017
Aggiornato 12:30
Cooper Hefner: ci riappropriamo della nostra identità

#NakedIsNormal, Playboy fa marcia indietro: torna il nudo in copertina

Il nudo è normale: con questa scritta in bella vista sulla cover del numero di marzo-aprile, Playboy fa marcia indietro e a un anno esatto dalla decisione di abbandonare le copertine senza veli, sceglie di far tornare il nudo

ROMA - #NakedIsNormal. Il nudo è normale. Con questa scritta in bella vista sulla cover del numero di marzo-aprile, "Playboy" fa marcia indietro e a un anno esatto dalla decisione di abbandonare le copertine senza veli, sceglie di far tornare il nudo.

"Rimuovere il nudo è stato un errore"
La rivista aveva cambiato impostazione a marzo dello scorso anno, ma il direttore creativo Cooper Hefner, figlio del fondatore Hugh, ha comunicato in un tweet il cambio di rotta: "Sono il primo ad ammettere che il modo in cui la rivista ritraeva il nudo femminile era datato - ha scritto - ma rimuoverlo completamente è stato un errore. Il nudo non è mai stato un problema, perché il nudo non è un problema. Oggi ci riappropriamo della nostra identità e reclamiamo chi siamo".

Il nuovo numero senza veli
Nel nuovo numero torna quindi la playmate del mese in copertina, Elizabeth Elam in questo caso, così come le storiche sezioni, "The Playboy Philosophy" e "Party Jokes». D'altronde, la storica rivista con il marchio del coniglietto, fondata da Hugh Hefner nel 1953, ha sempre avuto nel nudo in copertina il suo segno distintivo. Fin dal primo numero. E in quel caso sulla cover c'era Marilyn Monroe.