26 febbraio 2017
Aggiornato 11:00
Misteri

Codici segreti e manoscritti: i 3 libri più misteriosi della storia

Ci sono almeno due libri o manoscritti e una mappa di cui ancora nessuno è stato capace di dare una spiegazione o decifrarne il contenuto. Ecco quali sono

Il libro più misterioso del mondo: il codice Voynich
Etichettato come il libro più misterioso del mondo, il manoscritto Voynich è un volume interamente illustrata che risale al 1400. Il suo nome deriva dal suo acquirente che lo comprò da alcuni gesuiti nei primi del ‘900 alla modica cifra di 25.000 dollari. Ciò che contraddistingue il libro è il sistema di scrittura utilizzato che ancora oggi non è stato decifrato. Ma non solo: all’interno vengono meticolosamente illustrate delle piante mai viste sul nostro pianeta. L’intero volume è stato scritto su pergamena di capretto. Attualmente è conservato presso la Biblioteca Beinecke dell’Università di Yale, ma è possibile trovare sul web delle copie in formato Pdf.

Il manoscritto Voynich

Il manoscritto Voynich (© )

La mappa di Piri Reis
Altro classico dei misteri è la mappa di Piri Reis. Il documento pare essere stato realizzato intorno al 1500 da un ammiraglio della flotta Ottomana, il cui nome era appunto Piri Reis. Ciò che manda in tilt ancora oggi gli scienziati è che sulla mappa vi viene rappresentato anche l’Antartide. Molto strano, considerando che la storia racconta sia stato scoperto solo trecento anni dopo. Ma non solo: la famosa Terra della Regina Maud viene illustrata senza ghiaccio. Eppure secondo la scienza odierna questo sarebbe accaduto solo migliaia di anni fa. Un po’ come se il vero autore della mappa risalisse a 6.000 anni fa. La mappa, realizzata su pelle di gazzella, è attualmente conservata nella Biblioteca del Palazzo Topkapı di Istanbul.

La mappa di Piri Reis

La mappa di Piri Reis (© )

Il codice di Rohonc
E’ un codice ritrovato in Ungheria nel XIX secolo. E’ composto da quasi 500 pagine e pare contenere illustrazioni che riguardano varie tradizioni religiose. Tra queste l’Islam, l’Induismo e il Cristianesimo che riportano simboli oggi conosciuti come la croce, la mezzaluna, il sole e la svastica. La sua particolarità è quella di utilizzare grafemi circa dieci volte superiori a qualsiasi alfabeto conosciuto. Inutile dire che sono state fatte diverse ipotesi riguardo la lingua d’origine, ma nessuno ha ancora trovato la giusta formula per decifrarlo.

Il codice Rohonczi

Il codice Rohonczi (© )