18 gennaio 2017
Aggiornato 13:00
Misteri

I 5 inquietanti fatti che la scienza non è mai riuscita a spiegare

Ci sono cinque misteriosi e drammatici fatti accaduti in diversi Paesi a cui gli scienziati e gli investigatori non hanno mai saputo dare spiegazione. Scopriamo quali sono in questo video

La statua di Caroline Walter
Nel 1850 nasce Caroline Christine Walter che, a causa della morte precoce dei suoi genitori, viene affidata alla nonna. La bellissima ragazza muore all’età di 17 anni a causa della tubercolosi. La sorella maggiore Selma non vuole accettare la sua morte e decide di fare erigere una statua tombale affinché tutti possano ricordare l’incredibile bellezza di Caroline. Poche settimane dopo, la sorella nota che qualcuno era solito lasciare dei fiori sopra la statua. Oggi, quasi 200 anni dopo, ogni giorno qualcuno lascia ancora un fiore sulla sua tomba. Chi sia il misterioso visitatore nessuno è mai riuscito a capirlo.

Morie di uccelli
Recentemente negli Stati Uniti, più precisamente nell’Arkansas, è letteralmente caduto dal cielo un intero stormo di uccelli neri. L’evento, che ha fatto rabbrividire non poche persone, è stato inizialmente attribuito a uno spettacolo di fuochi artificiali. Peccato, però, che dopo poco tempo è accaduta esattamente la stessa cosa e non vi era stato alcun tipo di spettacolo pirotecnico. Ancora oggi nessuno è mai riuscito a dare una spiegazione scientificamente valida.

Forze non umane
Nel 1959, dieci studenti neolaureati, 8 ragazzi e due ragazze, decisero di fare un’escursione alle pendici dei monti Urali, nell’ex Unione Sovietica. Uno di loro si fermò prima di arrivare alla meta a causa di un leggero malore. A quando pare fu l’unico sopravvissuto. Gli altri nove membri proseguirono verso quella che è stata chiamata la montagna dei morti e, a quanto pare, fu proprio questo il destino che li attese. Si stabilirono con una tenda nelle alture della montagna ma qualcosa li spinse a rompere le loro tende e scappare semi nudi al gelo. Molti morirono per ipotermia; altri mostrarono gravi fratture craniche e toraciche. Una di loro era addirittura senza lingua. Gli investigatori sovietici ritengono che la morte sia stata causata da una forza irresistibile e sconosciuta. I cadaveri avevano un elevato livello di radioattività. Ancora oggi le loro morti sono ritenute inspiegabili.

L’incendio misterioso
E’ il Natale del 1945 e la famiglia Sodder, di origini italo-americane ha appena finito di festeggiare. Si tratta di una famiglia molto numerosa composta da ben dieci figli. All’appello manca solo il più grande, via per il servizio militare. I cinque figli più grandi decidono di stare ancora alzati per qualche ora a godersi i regali appena ricevuti. Nel cuore della notte i genitori ricevono una strana telefonata da uno sconosciuto che si prende gioco di loro. Poco tempo dopo i due avvertono odore di bruciato: la casa stava andando in fiamme. I due riescono a portare fuori dall’abitazione quattro figli, ma mancavano all’appello ancora cinque. Il padre tenta di prendere una scala per salire nella parte superiore della casa e salvare i piccoli. Ma la scala è sparita. I Sodder sono disperati perché non riescono a salvare i figli. Ma l’indomani i vigli del fuoco – una volta spento l’incendio – non trovano più i corpi e vedono che il cavo telefonico è stato tagliato. I bambini erano letteralmente scomparsi e non furono mai ritrovati. Molti anni dopo la famiglia ricevette la foto di uno di loro, ma non se ne è mai più saputo nulla.

Il cadavere nella foto
Siamo a metà ‘800 e i quattro membri della famiglia Cooper intende festeggiare l’acquisto della loro nuova casa in Texas con una bella foto. Dopo averla sviluppata scoprono che c’è una quinta persona immortalata. E non è un bel vedere: ha tutto l’aspetto di un cadavere appeso al soffitto. Ancora oggi non si sa se si tratti di un fake o il caso di una doppia esposizione. Quello che è certo è che all’epoca non esistevano i software per il fotoritocco.