21 gennaio 2017
Aggiornato 16:00
Cronaca

Il Comandante dei vigili di Biassono si presenta in divisa delle SS: «La propongo al sindaco». Scoppia la bufera sul web

Posta sul suo profilo Facebook una foto che lo ritrae in divisa da SS, la tristemente nota organizzazione paramilitare nazista. È il Comandante della Polizia Locale di Biassono, in provincia di Monza, che così conciato ha suggerito di proporre al sindaco la ‘nuova’ divisa. Goliardia è che altro? Intanto scoppia la bufera sul web

Il Comandante della Polizia Locale di Biassono con la divisa delle SS (© Qui Brianza)

Il Comandante della Polizia Locale vestito con la divisa delle Schutz-Staffeln (o SS), la tristemente nota organizzazione paramilitare nazista, simbolo di paura e razzismo. Così agghindato, Giorgio Piacentini, ha deciso di postare una foto sul suo profilo pubblico di Facebook. Il gesto, che non si sa ancora bene sia soltanto una goliardia, non è stato gradito a molti e sul social è scoppiata la bufera.

Commenti a profusione
Come prevedibile, i commenti al post non si sono fatti attendere. Come riporta il quotidiano locale Qui Brianza, alcuni hanno domandato se questa era la ‘nuova’ divisa dei vigili o cosa. Lui, semplicemente avrebbe replicato che «Basterebbe una compagnia di questi per sistemare alcune cose» e poi, rispondendo alla domanda aggiunge: «Adesso la propongo al sindaco».

Aria di razzismo o che altro?
C’è anche chi si spinge oltre, forse mosso da chissà quale sentimento o soltanto in vena di scherzare, chiedendo di far indossate quella divisa a ‘gente con le palle’. Il Comandante risponde: «Vedremo se sarà possibile…». E qualcuno risponde a sua volta: «Spero che riesci a formare un bel gruppo da poter lavorare bene». A questo punto sono in molti a domandarsi se si sta facendo sul serio o se si tratta soltanto di uno scherzo. In ogni caso, che quella fosse una ‘maschera’ indossata per una festa o meno, in molti sono convinti che non fosse il caso di pubblicare una foto simile su una vetrina pubblica come il noto social network. Anche perché può dare un’immagine equivoca sia della persona che del ruolo che riveste.

A proposito della divisa
Ai curiosi circa l’abbigliamento sfoggiato dal Comandante, lui risponde che si tratta della divisa paramilitare nazista indossata dallo ‘Hauptscharfuhrer’, che sarebbe stato il maresciallo maggiore della cosiddetta ‘Freiwillige Division Wallonien’, una divisione della Vallonia.