26 febbraio 2017
Aggiornato 11:00
Gusto

Rivoluzione nei supermercati: arrivano i cibi a base di insetti

Arrivano i cibi a base di insetti anche nei supermercati. A guidare la rivoluzione è la Coop che li metterà in vendita sui propri scaffali a partire dalla primavera prossima. Come reagiranno i consumatori?

Cibi a base di insetti (© wasanajai | shutterstock.com)

Da anni ormai qualcuno asserisce che gli insetti sono il cibo del futuro. Ricchi di proteine, nutrienti sarebbero anche eco-friendly. Ma, di fronte alla prospettiva di mettere nel piatto cavallette o locuste, formiche, larve e così via molti storcono il naso – e a qualcuno si rivolta anche lo stomaco. Eppure la tendenza è quella, come sottolinea la Coop che, dalla primavera prossima, metterà sui propri scaffali proprio dei cibi a base di insetti.

Parte dalla Svizzera
L’ufficio Federale della sicurezza alimentare e di veterinaria della Svizzera ha dato il suo benestare: i cibi a base di insetti potranno essere commercializzati – cosa fino a oggi vietata. A fare da pionieri sono Coop e la start-up Essento, che dalla prossima primavera inizieranno a commercializzare alcuni prodotti a base di insetti come hamburger e polpette. «Il segreto del nostro successo sta anche nella capacità di individuare i nuovi trend e introdurre grandi innovazioni», commenta il responsabile Prodotti freschi Coop Roland Frefel.

Due miliardi di mangiatori di insetti
Se a qualcuno può sembrare strano che vi siano persone che mangiano insetti, la Coop nel suo comunicato ricorda che nel mondo ci sono almeno 2 miliardi di persone che regolarmente si nutrono di insetti. E i motivi sono semplici, sottolinea la Coop: il sapore, per esempio, è buono. Quello delle locuste è paragonabile a quello del pollo. E poi, i vermi della farina hanno un intenso aroma di noce.

Nutrienti
Altro fattore a favore della scelta di alimentarsi con gli insetti sono le proprietà, fa notare la Coop. Per esempio, gli insetti sono ricchi di proteine e forniscono un grande apporto di vitamine, minerali e grassi insaturi, che ben si adattano anche alla tradizionale dieta occidentale.

Amici dell’ambiente
Gli insetti hanno la fama di essere ‘nemici’ dell’ambiente e, in particolare, delle coltivazioni. Ma, in veste di cibo invece pare siano ‘amici’ dell’ambiente. Come ribadisce Coop, è degna di nota la grande sostenibilità dell’allevamento: a differenza di quello animale (per esempio i bovini) gli insetti richiedono poca acqua e cibo, e inoltre producono pochi gas serra rispetto agli allevamenti di animali. Insomma, anche chi è più restio all’idea di trovare gli insetti negli scaffali degli alimentari del supermercato dovrà farsene una ragione. Staremo tuttavia a vedere come questo ‘nuovo’ cibo sarà accolto dai consumatori.