7 dicembre 2016
Aggiornato 19:00
Confessioni

«Sono stata violentata due volte», la rivelazione choc di Evan Rachel Wood

La confessione shock dell’attrice 29enne in una email inviata alla rivista Rolling Stones. Violentata per ben due volte nella sua vita costellata di esperienze anche al limite e un tentato suicidio

Evan Rachel Wood (© Tinseltown | shutterstock.com)

L’attrice Evan Rachel Wood, dalla controversa vita sentimentale, ha scioccato non pochi rivelando di essere stata stuprata per ben due volte nella propria vita. La prima volta sarebbe accaduto per mano di un suo fidanzato e l’altra dal proprietario di un bar. La confessione in una email inviata alla rivista Rolling Stones.

Una vita controversa
La vita di Evan Rachel Wood (‘WestWorld’) è stata costellata di avvenimenti piuttosto controversi. E non sono mancate le polemiche circa le sue dichiarazioni fatte in passato, come il dichiararsi bisessuale un anno prima del suo matrimonio. Quando aveva soltanto 19 anni, poi, ebbe una relazione con l’ambiguo cantante Marylin Manson, una relazione (come prevedibile, visto il personaggio) molto chiacchierata. Tre anni dopo, l’attrice fece nuovamente parlare di sé a seguito di un tentato suicidio – cosa che fece insinuare a molti che l’azione era premeditata per attirare l’attenzione.

Un matrimonio naufragato subito
Anche la vita matrimoniale non ha giovato alla serenità di Evan Rachel Wood. Sposatasi nel 2012 con l’attore britannico Jamie Bell (‘Billy Elliot’), ha avuto con lui un figlio che oggi ha 3 anni. Ma già nel 2014, dopo soli due anni, il matrimonio è naufragato e i due hanno divorziato.

La nuova rivelazione
La decisione dell’attrice di rivelare l’essere stata violentata due volte, «Una volta quando ero fidanzata, un’altra dal proprietario di un bar», è stata presa, secondo quanto da lei dichiarato, perché «viviamo in un periodo in cui le persone non possano rimanere in silenzio più a lungo». Evan Rachel Wood tiene a precisare che la sua confessione non ha nulla a che fare con le sue tendenze sessuali e non ha manie di protagonismo, come appunto insinuato da molti. «Non mi rendevo conto di quanto fosse dannoso dichiararsi bisessuale – ha dichiarato nell’intervista – fino a quando ho cercato di avere rapporti sani e normali come ogni adulto e mi sono resa conto che c’erano ancora tanta vergogna e molti pregiudizi sulla mia sessualità. Quando è nato mio figlio, per fortuna, è cambiato tutto. Lui mi ha tirato fuori dalla mer**».