21 gennaio 2017
Aggiornato 16:00
Società

Fanno sesso con un ragazzino minorenne. Tre arresti a Vibo Valentia, tra cui un prete e un pensionato

Tre uomini sono stati arrestati a Vibo Valentia per aver fatto sesso mercenario con un ragazzino di 15 anni, straniero. Cinquanta euro la cifra pagata da i tre, tra cui anche un prete e un pensionato

Reati sessuali su minori (© igorstevanovic | shutterstock.com)

VIBO VALENTIA – Una squallida vicenda è salita alla ribalta della cronaca a Vibo Valentia in Calabria. Qui si è consumato del sesso mercenario ai danni di un ragazzino straniero di 15 anni. In manette sono finiti tre uomini, tra cui un prete e un pensionato.

Sesso e denaro
Induzione alla prostituzione minorile e corruzione di minorenne, queste alcune delle accuse mosse a un uomo di origini bulgare, un sacerdote di 35 anni (tale Felice La Rosa, ex parroco di Zungri) e un pensionato. Su suggerimento del bulgaro, i due avrebbero accettato le prestazioni sessuali del minore in cambio di 50 euro.

Dietro a un omicidio
Le indagini condotte dagli inquirenti e gli investigatori fanno seguito a quelle avviate per un omicidio avvenuto proprio a Vibo Valentia nel dicembre dello scorso anno. A seguito di alcune intercettazioni telefoniche attivate nei confronti di persone ritenute vicine alla vittima, erano già emersi elementi di responsabilità a carico degli arrestati. Altre intercettazioni hanno poi inchiodato alle loro responsabilità i tre uomini, i quali avrebbero accettato le prestazioni sessuali del ragazzino in cambio di denaro.