25 febbraio 2017
Aggiornato 21:00
Elezioni Usa

Trionfo di Trump, uno smacco per le Star. Da Lady Gaga a Madonna, le lacrime e la rabbia

Sotto shock. Non solo gli Stati Uniti, ma il mondo intero ha preso la notizia dell’elezione di Donald Trump quale 42° Presidente degli Usa molto male. Gli americani, in particolare i giovani e quelli che erano dalla parte della Clinton, sono scesi in piazza per manifestare la loro protesta. Le Star, dal canto loro, hanno espresso tutta la loro delusione

Lady Gaga, come altre Star è rimasta delusa dalle elezioni Usa (© Panom | shutterstock.com)

Il mondo è ancora sbigottito per l’elezione a 42° Presidente degli Stati Uniti di Donald Trump. Le reazioni non si sono fatte aspettare, le battute si sprecano sia sui Social che in Tv, radio e tutti i mezzi di comunicazione esistenti. A esserne protagonisti non sono solo le persone ‘normali’, ma anche i politici, i Vip, le Star. E proprio queste ultime, scese in campo anima e corpo per sostenere Hilary Clinton, non nascondono la loro delusione – anche a furia di rabbia e lacrime.

La presa di posizione
Le Star dello spettacolo americano avevano preso posizione sulle preferenze di voto. Erano scese in campo in prima persona per sostenere il proprio candidato. Non si erano risparmiate artiste come Madonna o Lady Gaga. Ma neanche Dwyane Wade, Kate Perry, LeBron James e perfino l’Nba tutta insieme a lui. Tutti schierati per Hilay Clinton, la ‘democratica’ sconfitta (anche lei allibita), anche nel suo Paese, l’Ohio.

Le Star che non incantano
Il potere di ammaliare il pubblico delle Star è probabilmente indiscusso quando sono sul palco. Sì, ma solo per cantare. Difatti, la sconfitta dev’essere stata scottante per molti di loro, perché rivela che il pubblico non è così influenzabile quando si tratta di politica e non di spettacolo. A quanto pare, un conto è ‘regalare’ i soldi per ascoltare la loro musica, un conto e dare un voto. E non importa se il concerto o il comizio lo fa proprio un divo o una diva.

Lo smacco
Dev’essere dunque stato uno smacco per artisti del calibro di Beyonce e il marito Jay Z, Madonna, Lady Gaga, Bruce Springsteen, Katy Perry e Leonardo DiCaprio che avevano appoggiato la candidatura della Clinton. Si erano prodigati non solo in spettacoli a favore, ma anche postando messaggi e video sui Social. Ma, come ormai palese, poco è servito alla fine. E tutto questo, nonostante le Star che avevano appoggiato Trump fossero assai poche: tra queste i vetusti Clint Eastwood, John Voight e Kirstie Alley. Insomma, Star o non Star, ora e per qualche anno, le sorti degli Stati Uniti sono nelle mani del repubblicano Donald Trump, che si sia contenti o meno.