7 dicembre 2016
Aggiornato 19:00
Stili di vita

3 alimenti che aumentano la tua ansia

Per dire addio all’ansia prima bisogna fare piccoli sacrifici a tavola. Ecco i cibi che possono aumentare vistosamente stress, depressione e nervosissimo.

Ansia, può anche dipendere dai cibi che mangi (© Dream_Stock | Shutterstock.com)

Ansioso, depresso e nervoso? Alzi la mano chi non ha mai avuto un periodo stressante nella propria vita. In quei momenti si cerca di far di tutto per allontanare questa condizione dalla nostra vita, ideando stratagemmi per ridurre lo stress – spesso anche assurdi come alcuni di quelli che si trovano sul web. Nonostante ciò, in molti casi, si continuano ad assumere alimenti che possono peggiorare la situazione, non di poco. Ecco i tre alimenti vietati in caso di ansia, depressione e stress.

Tè e caffè
E’ vero che la mattina facciamo fatica a carburare e che dopo pranzo è difficile rimettersi al lavoro. Ma una tazzina di caffè potrebbe non essere la soluzione. Le xantine come la caffeina, infatti, aumentano la secrezione di cortisolo – un ormone associato allo stress. Ciò significa che il nostro corpo vive in una situazione continua, quasi perenne, di ansia, nervosismo e insonnia. Tutto ciò, a lungo andare, potrebbe persino predisporre ad attacchi di panico. Insomma, se già sei abbastanza alterato di tuo, di certo non hai bisogno anche di una bevanda deche ti porti ancor di più sopra le righe.

Bevande dolcificate
Sembra una moda quella di vedere riportato in etichetta la dicitura ’’con edulcoranti’’. I produttori lo evidenziano talmente tanto da farla apparire come una cosa positiva. Tutto ciò non è affatto vero: ai dolcificanti naturali sono state attribuite parecchie malattie, tra cui anche quelle metaboliche. Inoltre, pare che l’effetto sulla glicemia e sul peso sia di gran lunga più negativo rispetto allo zucchero. Tra i tanti danni causati da tali sostanze sembra che ve ne sia anche uno sui livelli di serotonina. L’aspartame, per esempio, pare ridurne la quantità accentuando… l’ansia. Gia! Alcuni ricercatori della Northwestern University hanno poi notato che l’aspartame peggiora anche i sintomi delle persone che soffrono di depressione.

Zuccheri e carboidrati
Come dicevamo, ci sono diversi modi per dolcificare un alimento. Uno di questi – poco salutare – è quello di aggiungere lo sciroppo di glucosio-fruttosio. Tra l’altro, incriminato di causare danni epatici, problemi cardiovascolari, aumento di peso e ansia. Purtroppo tale sostanza è presente anche in moltissimi prodotti da forno salati, oltre che panini, brioches, marmellate (comprese quelle biologiche), pasta sfoglia e salse. Insomma, se si osservano bene le etichette dei prodotti industriali, difficilmente si riesce a evitarlo. Decisamente più sano un prodotto preparato in casa. Un effetto simile, anche se leggermente inferiore, viene conferito dai cereali e farine raffinate. Secondo recenti indagini scientifiche, infatti, più è alto il livello di zuccheri nel sangue, più è elevato il rischio di depressione. Meglio optare per prodotti integrali: il loro contenuto di fibre rallenta l’assimilazione degli zuccheri a livello intestinale riducendo così il picco glicemico. Insomma, cibo che mangi, ansia che trovi.