21 febbraio 2017
Aggiornato 10:30
Lifestyle

Facebook, bastano due commenti al giorno per essere più felici

Uno studio rivela che ottenere almeno due commenti al giorno ai propri post pubblicati su Facebook può rendere più felici, tenendo lontano le preoccupazioni e la depressione

Facebook, ricevere almeno due commenti al giorno fa bene ai sentimenti (© ra2studio | Shutterstock.com)

ROMA – Facebook come pillola del buonumore e per aumentare il senso di benessere. Secondo uno studio statunitense, infatti, ricevere almeno due commenti personalizzati ai propri post, da parte di amici, può rendere più felici e far dimenticare le preoccupazioni.

Un senso di riconoscimento
Ad aver analizzato gli effetti dei commenti ai propri post sono stati i ricercatori dello Human-Computer Interaction Institute, Carnegie Mellon University di Pittsburgh in Pennsylvania. Qui, il prof. Robert Kraut hanno scoperto che ottenere anche solo 60 commenti al mese (circa due commenti al giorno) ai post pubblicati sul proprio profilo Facebook possono influenzare in modo significativo il personale senso di benessere e soddisfazione, sia verso la vita che nei confronti di esperienze come lo sposarsi o avere figli.

Solo se c’è un commento
Gli effetti positivi sui sentimenti, sul proprio essere, si hanno tuttavia solamente quando gli amici o i parenti commentano personalmente i post, e non solo cliccando su ‘mi piace’: in quest’ultimo caso, infatti, non si sono rilevati effetti di sorta. «Si scopre che quando si parla con un po’ più di approfondimento su Facebook di persone che hanno già espresso il proprio ‘mi piace’, ci si sente meglio – spiega il prof. Kraut – Questo accade anche quando ci si parla di persona».

Lo studio
Lo studio, pubblicato sul Journal of Computer-Mediated Communication, ha coinvolto 1.910 utenti di Facebook provenienti da 91 diversi Paesi, che sono stati reclutati per mezzo di annunci pubblicati sul noto social network. Ogni partecipante ha accettato di partecipare al sondaggio che è durato tre mesi. I ricercatori hanno così osservato e analizzato l’umore e il comportamento dei partecipanti durante il periodo di studio. I dati raccolti hanno mostrato che le interazioni di Facebook con gli amici hanno promosso un miglioramento nella scala del benessere in ambiti come soddisfazione per la vita, felicità, solitudine e depressione. «Non stiamo parlando di un lavoro particolarmente intenso – sottolinea Moira Burke, coautrice dello studio – Questo può essere un commento formato anche solo da una frase o due. La cosa importante è che qualcuno, come un caro amico si prenda del tempo per personalizzarlo. Il contenuto può essere edificante, e il semplice atto di comunicazione rammenta ai destinatari le relazioni significative nella loro vita».