27 marzo 2017
Aggiornato 14:30
Cani e padrone

Ami così tanto il tuo cane che vorresti abbracciarlo? Non farlo mai

I cani sembrano non apprezzare l’abbraccio della mamma umana. Pena un’alta dose di stress «canino»

I cani non amano essere abbracciati (© FRANCISGONSA | Shutterstock.com)

CANADA - La donna è ‘mamma’ di natura e quando ha fido accanto a sé vorrebbe solo stringerlo e dargli tutto l’amore possibile. Forse può sembrare una dimostrazione d’affetto. Ma non è così: il cane tutto può amare fuorché un abbraccio della padrona.

Chi lo dice che le coccole fanno bene?
È senz’altro vero che quando veniamo coccolati dai genitori in età infantile e dal nostro partner in età adulta ci sentiamo bene, più felici e protette. Ma il cane, a quanto pare, non la pensa così. Secondo un recente studio canadese, infatti, il tuo cane potrebbe sentirsi infelice e stressato a forza di teneri abbracci.

È come sentirsi in gabba
Checché se ne dica, il cane è un animale libero e apprezza gli spazi aperti così come la libertà di muoversi. Mentre lo abbraccia la sua ‘mamma’ umana, però, si sente in gabbia perché ciò gli impedisce di scappare, spiega Stanley Coren dalla University of British Columbia (Canada).

Evidenti segni di stress
Coren è riuscito ad analizzare attentamente alcune immagini provenienti dal web in cui il proprio cane viene abbracciato da adulti e bambini. Qui è riuscito a trovare evidenti segni di stress. Tali segnali li può notare anche il padrone: il cane tende a mostrare i denti. Ma esistono anche indicatori molti più sottili, spiega Coren. Tra questi il cane che piega le orecchie verso il basso, oppure il serrare gli occhi a mezza luna. O, ancora, girare la testa dall’altra parte, chiudere gli occhi e leccarsi le labbra. Un ulteriore segnale di avvertimento, dichiara Coren, è lo sbadiglio o il sollevare la zampa.

Troppi segnali di disagio
Il ricercatore ha evidenziato segnali di disagio nell’81,6 per cento delle fotografie prese in esame. Il 10,8 per cento erano segni ambigui, mentre il restante 7,6 per cento ha mostrato cani non stressati. «Ciò implica che nei periodi di stress o di minaccia la prima linea di difesa che utilizza un cane non sono i denti, ma piuttosto la sua capacità di fuggire», ha dichiarato Coren. «I comportamentisti ritengono che privare un cane di quella linea di condotta immobilizzandolo con un abbraccio può aumentare il suo livello di stress e, se l'ansia del cane diventa molto intensa, può mordere». In conclusione: secondo il ricercatore è auspicabile che il padrone mostri il suo affetto in maniera completamente diversa, magari attraverso un particolare linguaggio, un premio o una carezza. I risultati dello studio sono stati pubblicati su Psychology Today