21 febbraio 2017
Aggiornato 10:30
Promozione vinicola

Il Soave alla conquista degli USA

Per il quinto anno consecutivo il Consorzio e le aziende del Soave danno vita ad una campagna promozionale negli Stati Uniti, terzo mercato di riferimento per la denominazione dopo Germania e Gran Bretagna. Nel 2013 sono stati investiti negli USA 2.500.000 euro in iniziative promozionali, cifra che verrà raggiunta anche per l’anno in corso.

SOAVE(VR) - Si è appena conclusa la seconda fase di 2014 Sensational Soave Master Class Series, la campagna promozionale del Soave per il mercato americano. I momenti culminanti sono stati il 7 ottobre a Boston e il 9 ottobre a Chicago. Dopo il successo degli appuntamenti di inizio estate a New York e San Francisco, il Soave si è riproposto con una serie di incontri dedicati ad un target molto influente e selezionato.

Gli eventi in calendario sono stati concepiti come dei veri e propri master, selettivi e su invito, rivolti ai soli operatori di settore e alla stampa specializzata. Un target molto mirato che ha così potuto degustare il Soave nelle differenti interpretazioni e coglierne i valori che lo contraddistinguono nell’ambito del panorama enologico internazionale.

GLI EVENTI - Gli appuntamenti di Boston e Chicago hanno visto coinvolti giornalisti di settore, sommelier e i responsabili per gli acquisti vini di 50 tra i più rinomati ristoranti delle due città.
La strategia promozionale prevedeva delle degustazioni finalizzate ad accrescere la conoscenza del Soave inteso come vino bianco classico italiano. Gli scopi finali dell’operazione sono quelli di creare consapevolezza attorno al Soave tra i consumatori di vini; ampliare l’offerta del Soave nei canali di distribuzione; creare attrazione verso il prodotto.

Gli incontri in calendario consistevano per iniziare in una degustazione alla cieca di dieci Soave. Tra questi vini sono state messe in assaggio anche alcune vecchie annate, tra il 2001 e il 2004, a sottolinearne la capacità evolutiva nel tempo. Una volta conclusa la degustazione sono state svelate le etichette, lasciando il tempo per un confronto tra i presenti. A seguire si è svolto un pranzo, dove sono stati serviti altri sette diversi Soave in abbinamento alle proposte gastronomiche firmate dagli chef coinvolti.

L’elenco delle cantine partecipanti include: Bolla, Cantina del Castello, Cantina di Monteforte, Cantina di Soave, Coffele, Corte Adami, El Vegro, Fattori, Filippi, Fornaro, Gini, I Stefanini, Marcato, Monte Tondo, Riondo, Roccolo Grassi, Suavia, Vicentini Agostino, Villa Canestrari.

L’Osservatorio Economico del Consorzio segnala che a settembre 2014 i trend di vendita si sono allineati con gli andamenti dell’anno precedente, a fronte di un imbottigliato complessivo che si proietta sui 56.000.000 di bottiglie.